Crypto Derivatives Might Drive a New Cycle of Mass Adoption

Come ogni industria in fase di maturazione, il mercato della crittovaluta sta vivendo un’ampia evoluzione su molti fronti.

Il potenziale continua a crescere ogni anno – dall’emergere delle offerte iniziali di monete metalliche, i primi progetti basati su catene di blocco e la speculazione sul prezzo della Bitcoin Era alla finanza decentralizzata e alle valute digitali della banca centrale.

Crypto non ha mai esaurito i temi caldi. Ora, nel 2020, il campo degli asset cripto non è più considerato solo come un’altra „bolla dot-com“. L’argomento sta guadagnando sempre più terreno in tutto il mondo, e poiché l’emergere di COVID-19 ha razionalizzato gli asset digitali e la popolarità di Crypto, l’accettazione del mainstream è a pochi passi di distanza. Il gioco del mercato dei derivati può essere troppo complicato per gli utenti mainstream, ma è una delle direzioni attualmente popolari che non deve essere trascurata.

Sfruttare l’opportunità nella realtà del mercato della crittografia

Oltre al crescente interesse da parte del pubblico e delle istituzioni, negli ultimi anni il volume degli scambi sulle piattaforme globali di criptovaluta è stato in continua crescita, così come la gamma di prodotti di trading che supportano ulteriormente la fiduciosa marcia in avanti di crypto.

I derivati sono una parte essenziale di ogni ciclo di sviluppo del mercato, e uno dei principali driver del settore del trading cripto è il segmento del trading dei derivati. Nel mondo di oggi, dove Bitcoin è ben riconosciuta dai maggiori investitori istituzionali e una società globale su tre acquista prodotti cripto, i volumi mensili di trading hanno raggiunto centinaia di miliardi di dollari.

I principali prodotti derivati cripto includono futures, opzioni e swap, per lo più offerti contro l’asset numero uno – Bitcoin. Il trading di derivati crittografici è popolare tra la comunità dei crittografi, in quanto rappresenta un’opzione per gestire i rischi in modo efficiente e utilizzare le opzioni di leva per massimizzare i profitti allo stesso tempo.

Con la pandemia COVID-19 che ha devastato il mondo e i sistemi finanziari che si sono ripresi dallo shock, il mercato dei derivati crittografici ha iniziato a crescere in modo significativo, raggiungendo a marzo un volume elevato di tutti i tempi di 600 miliardi di dollari. Poi, secondo i recenti rapporti pubblicati da CryptoCompare, il trading di derivati cripto-backed sia di swap perpetui che di contratti futures ha raggiunto un altro alto volume di tutti i tempi di 602 miliardi di dollari a maggio.

Gli svantaggi del mercato dei derivati crittografici

L’avvento del prodotto del mercato cripto è arrivato inaspettatamente, quindi le infrastrutture e le metodologie di Know Your Customer e Anti-Money Laundering nella maggior parte dei paesi non erano pronte a „digerire“ il nuovo paradigma secondo il quale questi nuovi asset funzionano. In parole povere, i principi di trasferimento dei valori da un proprietario all’altro nelle valute crittografiche sono fondamentalmente diversi da quelli alla base del fiat money.

In secondo luogo, le specificità associate all’emissione e alla governance di beni come il Bitcoin e altri gettoni crittografici hanno creato difficoltà nell’identificazione e nella responsabilità stabilita tra i loro emittenti – che in alcuni casi sono assenti – e i detentori dei gettoni. A seconda della stabilità del sistema finanziario, la natura della moneta criptata crea rischi ed emissioni finanziarie e di altro tipo per ogni tipo di regolamentazione. Il vuoto nella soluzione di questi problemi viene colmato in modi diversi.

Parlando della natura dei derivati di cripto-valuta, i principali tipi presentati oggi sul mercato sono contratti per differenza, o CFD; scambio per differenza, o EFD; e Bitcoin futures. Nei primi due casi, è una funzione del valore dell’asset crittografico ma definito in strumenti finanziari per i quali il quadro normativo esiste già ovunque. Spesso contribuisce in modo specifico al loro sviluppo perché quando si utilizzano i derivati da parte dei partecipanti al mercato finanziario, la logica delle procedure KYC/AML esistenti non viene violata e l’emissione di cripto asset non viene realizzata.

Di conseguenza, la logica dei processi di regolamentazione rimane nonostante gli obiettivi finanziari molto vicini all’uso dei derivati da parte dei partecipanti al mercato.